Logo Sneakerpeeker

Dr. Martens: una storia iniziata con una contusione alla caviglia

2021-01-20
Dr. Martens: una storia iniziata con una contusione alla caviglia

Dr. Martens: una storia iniziata con una contusione alla caviglia

Una curiosità per molti può essere il fatto che Dr. Martens è un marchio la cui storia è iniziata con una contusione alla caviglia. Com'è possibile? L'azienda tedesca fu fondata da Klaus Martens, un grande appassionato di sci. Durante un viaggi sulle Alpi, il medico subì un infortunio che peggiorò ulteriormente indossando scarpe classiche riservate ai membri dell'esercito. È così che gli venne in mente l'idea di creare le Dr. Martens: grazie a loro i problemi alla caviglia non si sono più ripetuti. Il modello di debutto era una combinazione di vecchie calzature militari con accessori progettati da Klaus Martens. Stiamo parlando della speciale fodera ammortizzante e della suola solida, che presto divennero gli elementi base delle scarpe Dr. Martens.

Il destino delle Dr. Martens

La storia dell'azienda è appena iniziata con il prototipo della Dr. Martens. Dopo il 1945, il medico iniziò a produrre scarpe in proprio, utilizzando vera pelle. Dopo alcuni anni di scarso interesse per le sue calzature, nel 1949 il marchio finalmente iniziò la produzione di massa, vendendo i diritti a Bill Griggs, diffondendo le Dr. Martens in Gran Bretagna. I decenni successivi furono segnati da una serie di successi: le scarpe create dal medico tedesco furono indossate da skinhead, celebrità e persino dallo stesso Giovanni Paolo II, che poteva vantare una vasta collezione di Dr. Martens. Nonostante nel 2003 fu vicino alla bancarotta, il marchio attualmente sta andando molto bene e la sua collezione è in continua espansione.

This page uses cookie files to provide its services in accordance to Cookies Usage Policy. You can determine conditions of storing or access to cookie files in your web browser.
Close
pixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixelpixel